header photo
ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Workshop di Ruggero Passeri a Senigallia

AL MUSINF
WORKSHOP DI RUGGERO PASSERI SUGLI INCHIOSTRI FINE ART DI JOHN CONE

Senigallia si propone sempre più come capitale della fotografia. Infatti i programmi espositivi prevedono a settembre la mostra di Ara Guler, il fotografo turco, che fu accanto a Cartier Bresson nell’agenzia Magnum e che è passato alla storia della fotografia mondiale tanto per le sue immagini di Picasso e Max Ernst, quanto per l’iconografia di Istambul, recentemente riproposta in un libro dal premio Nobel della letteratura Orhan Pamuk.

Costante è risultata durante l’estate anche l’attività didattica del Musinf, che ha coinvolto e coinvolge un numero rilevante di fotografi ed appassionati, attraverso incontri con fotografi di fama nazionale e workshop specialistici. Il tema affrontato nei giorni scorsi, durante il workshop tenuto al Musinf da Ruggero Passeri, ha attirato l’attenzione generale, in quanto ha riguardato un argomento che è l’autentico tormentone di tutti fotografi che praticano la fotografia digitale e che devono confrontarsi con la qualità digitale della stampa, specialmente in bianco e nero. Una qualità insidiata da tante difficoltà, che vanno dalla qualità delle carte a quella degli inchiostri di stampa. Le stampe digitali spesso hanno riflessi bluastri, rossicci, violacei e quasi sempre sono lontanissime dal fascino dei bianchi e nero ottenuti in camera oscura sulle tradizionali carte baritate a sali d’argento.

Ruggero Passeri ha illustrato ad un pubblico attentissimo le modalità tecniche di applicazione degli inchiostri piezografici, messi a punto da John Cone, alla stampante Epson 2100 del laboratorio del Musinf, una vecchia stampante di serie basata sul getto di inchiostro: gli inchiostri ideati da Cone sostituiscono la suite colore della Epson con altrettanti toni di nero e di grigio. Passeri ha poi illustrato i profili di stampa delle carte cotone Hanenmuhle e ha donato una decina delle stampe realizzate in formato 30×40 alla raccolta del Musinf.

Ruggero Passeri è nato e vive a Roma. Ha iniziato ad interessarsi di fotografia negli anni ‘60. Ha esposto le sue opere in varie mostre personali e collettive. Sue foto e suoi articoli sono stati pubblicati da quotidiani e periodici come “Fotografare”, “Reflex”, “Il Manifesto”, “Alias”, “La Repubblica”. Appaiono anche su vari siti web. I ritratti di artisti contemporanei, che gli hanno dato notorietà nazionale, sono stati esposti al Musinf di Senigallia, della cui raccolta sono entrati a far parte. Da diversi anni Passeri impiega anche nei suoi reportage internazionali, il più recente dei quali si è svolto in India, esclusivamente apparecchi digitali sia per il colore sia per il bianco e nero. Insegna fotografia digitale e collabora con l’Osservatorio della Fotografia della Provincia di Roma, del quale dirige il laboratorio di camera chiara e stampa digitale. Tra gli altri hanno scritto di lui Mirella Bentivoglio, Mario Lunetta, Eugenio Martorelli e Carlo Emanuele Bugatti.

Quanti sono interessati alla stampa digitale piezografica con gli inchiostri Cone possono chiedere di iscriversi agli appositi workshop, che verranno organizzati da settembre per il corso di fotogiornalismo del Musinf. L’iscrizione è gratuita. Basta compilare la scheda di richiesta presso il Musinf (Paolo Catalani, tel. 07160424).
Il sito internet del Musinf – Museo dell’Informazione e Arte Moderna di Senigallia.

Fotografie di Anna Mencaroni

Stampa, converti e condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • MySpace
  • Diggita
  • oknotizie

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento