header photo
ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

I vincitori di Corto Dorico 2010

vincitori cd10Anche quest’anno la Mediateca delle Marche è felice di aver dato il suo contributo per la riuscita del Festival Anconetano per cortometraggi Corto Dorico. Un Festival sempre più ricco, vario e vivo grazie soprattutto all’impegno ed alla capacità del suo motore storico, l’Associazione “Nie Wiem” di Ancona.

La VII edizione di Corto Dorico – Festival del cortometraggio è entrata nel vivo: sabato 18 dicembre, di fronte al pubblico del Teatro delle Muse di Ancona, sono stati assegnati i primi, importanti Premi.

CortoPro – Concorso per progetti di cortometraggi (II edizione)

Si sono svolte nel pomeriggio le presentazioni dei finalisti della seconda edizione del concorso per progetti di cortometraggio “CortoPro”. I produttori presenti, secondo la modalità ONE to ONE, ovvero ogni autore ha illustrato individualmente il proprio progetto hanno così valutato i lavori. Questa modalità favorisce un dialogo ed uno scambio di qualità, senza i ritmi soffocanti e impersonali dei match-making.

I progetti di Animazione Dell’ammazzare il maiale di Simone Massi, Rusty Red di Francesco Filippi (serie Tv), The Court (Il Campo) di Nico Bonomolo sono stati così valutati dalle Case di Produzione Aenima (Roma), Cicciotun (Milano), Maga Animation (Lissone).

I progetti di Documentario La vera storia dell’Uomo Plasmon di Simone Del Grosso, Il segreto delle calze di Nicola Contini, Frati di Elisa Amoruso e Jacopo Tomassini alle Case di Produzione Faber Film (Udine), Lukimedia (Barcelona), Mammut Film (Reggio Emilia).

I progetti di Fiction UN ERRORE DI CALCOLO di Stella Di Tocco e Giorgio Calabresi, SUL MOLO di Cristina Ki Casini, MEGALOMANE – L’UOMO DI MEGAFANTASUPERCITY di Massimo Barbini (Serie Tv) alle Case di Produzione Castadiva Pictures (Milano), Factotum (Barcellona), Mood Film (Roma).
Le Case di produzione Zodiak Active (Milano) per l’Animazione e FOX (Roma) per la Fiction valuteranno i progetti finalisti a distanza.

La Giuria di CortoPro 2010, composta da Marco Lucisano (sez. Animazione), Gianclaudio Cappai (sezione Fiction), Sara Fgaier (sez. Documentario), ha assegnato i Premi di 1.000 euro ciascuno ai seguenti progetti: Dell’ammazzare il maiale di SIMONE MASSI (sez. Animazione) «per la sua poesia arcaica, per la potenza evocativa delle immagini e per la puntuale incisività dello stile. Bramosi di vederlo realizzato»; Un errore di calcolo di STELLA DI TOCCO e GIORGIO CALABRESE (sez. Fiction) «per la rarefatta intimità del soggetto, sperando che gli autori lo traducano in un intrigante frammento espressivo e stilistico»; La vera storia dell’uomo Plasmon di SIMONE DEL GROSSO (sez. Documentario) per «per l’intrigante ed eccezionale epicità della vicenda e per l’apertura a suggestioni ed immaginari altamente cinematografici».
I Premi di CortoPro 2010 sono stati consegnati dall’Assessore alla Cultura della Provincia di Ancona Carlo Maria Pesaresi.

Corto Dorico Tema libero

Il Teatro delle Muse, ha fatto da scenario alle proiezioni dei cortometraggi finalisti di Corto Dorico 2010 – Sezione Tema libero: 7, Rue de L’Arbalete di Giovanni Fumu, Caffè Capo di Andrea Zaccariello, Deu ci sia di Gianluigi Tarditi, Gamba Trista di Francesco Filippi, Habibi di Davide Del Degan, They Meet (between the calculation of the finger and the one of the eye) di Stella Iannitto, Uerra di Paolo Sassanelli.

Al termine delle proiezioni la Giuria di qualità, composta dal regista Giuseppe Piccioni (Presidente), dal critico cinematografico e sceneggiatrice Maria Pia Fusco, dall’attrice Daniela Virgilio, ha assegnato a Deu ci sia di Gianluigi Tarditi il Premio “Corto Dorico 2010” al Miglior Cortometraggio a Tema libero, di 2.000 euro, «perché è una storia che non conoscevamo, è una storia ben scritta e ben recitata, è una storia che, nella sua composta brevità, suggerisce con tutta la sua crudeltà e i suoi silenzi, le vicissitudini di una vita in una famiglia patriarcale e invita, con una grande forza espressiva, a una riflessione non pretestuosa su una questione etica che ci riguarda da sempre».
Il Premio “Corto Dorico 2010” è stato consegnato dall’Assessore alla Cultura del Comune di Ancona Andrea Nobili.
«Non ci siamo fatti mancare una menzione – ha aggiunto inoltre il regista Giuseppe Piccioni – Una menzione speciale, ma non rituale, va a Gamba Trsita di Francesco Filippi, per lo straordinario uso della fantasia in una storia sempre imprevedibile e attraversata da una leggerezza, che, così come il protagonista, fa volare alto il racconto».
A Gamba Trista di Francesco Filippi va anche il Premio della Critica , un’illustrazione in edizione limitata e autografa di Umberto Grati, autore del manifesto di Corto Dorico 2010, assegnato dai giurati Luca Barnabé (Ciak), Filippo Brunamonti (Rai), Marianna Cappi (My Movies), Federico Gironi (Coming Soon).
Il Premio della Critica è stato consegnato da David Murolo della Mediateca delle Marche.

A Habibi di Davide Del Degan è andato il Premio “Sentieri di Cinema 2010” , di 300 euro, assegnato dalla Giuria del Circuito Regionale CGS Marche – Acec Marche, “Sentieri di Cinema”, «per aver saputo veicolare, con un linguaggio immediato, ma ricco e significativo, tanto dal punto di vista tecnico, quanto da quello espressivo, la malinconia dell’infanzia perduta tropo presto e la forza, il dinamismo, la complicità che derivano dall’amicizia. Dai giovani protagonisti traspare la grinta, la capacità di mettersi in gioco per superare le difficoltà del quotidiano ed inseguire un sogno, percorrere strade diverse… Quel mettersi in gioco gratuitamente, senza se e senza ma che caratterizza il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza a tutte le latitudini e in tutti i contesti sociali».
Il Premio “Sentieri di Cinema 2010” è stato consegnato da Alberto Piastrellini, Presidente CGS Marche.
Ad Habibi è andato anche il Premio del Pubblico, consegnato dall’editore Valentina Conti, in vece del Direttore della Fondazione Teatro delle Muse Velia Papa.

Sezione Tema Sociale

Domenica 19 dicembre, sempre al Teatro delle Muse, si sono svolte le proiezioni dei cortometraggi finalisti di Corto Dorico 2010 – Sezione Tema sociale. Gli spettatori hanno potuto ammirare Adina e Dumitra di Dario Leone, Intercambio di Antonello Novellino e Antonio Quintanilla, Io sono qui di Mario Piredda, Linda di Vincenzo Greco, Oggi come ieri di Rosario Sparti e Leonardo Rodolico, Risorse Umane (fresche di giornata) di Marco Giallonardi, Rita di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia.

Al termine delle proiezioni, il Presidente dell’Associazione organizzatrice Nie Wiem, Natalia Paci, ha assegnato il Premio “Nie Wiem” al Miglior cortometraggio d’Impegno sociale , di 2.000 euro, ex-aequo a Rita di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, perché è «un film che ribalta la percezione della diversità: da soggetto vittima d’un ingiustizia originale e, quasi sempre, successivamente sociale, a persona autodeterminata. Non un ritratto “in rosa” bensì il racconto del passaggio dall’infanzia alla maturità come uno sbocciare che avviene entro tutti noi aldilà, davvero, delle nature. Il film vive nei riti materni che procrastinano la crescita, nella voce del fanciullo che chiede ascolto e, soprattutto, riconoscimento. Vive nei suoni del silenzio e nella possibilità che nessuno è mancante di qualcosa ma tutti portatori di possibile. Bisogna solo saper “lasciar andare” perché i nostri fantasmi interiori si rivelino angeli», e Io sono qui di Mario Piredda, «per l’originale capacità nel rappresentare la fatica, il coraggio e le contraddizioni delle scelte individuali. Scelte che a volte possono marcare una presenza, la propria individuale presenza, nella disorientante e difficile ricerca del lavoro. Per la denuncia degli effetti collaterali di conflitti dimenticati, così lontani, così vicini alle ferite sociali e politiche ancora non rimarginate. Per ribadire la disarmata forza delle sfumature, dell’ironia, risorsa preziosa nelle relazioni tra le persone e antidoto al loro inabissamento».

Coralina Cataldi-Tassoni

Nel pomeriggio di sabato, presso il Ridotto del Teatro delle Muse, è stato inoltre presentato in anteprima il libro “Coralina: L’Arte è Vita/ La Vita è Arte” (Collana Argo – Cattedrale, 2011), alla presenza della protagonista, Coralina Cataldi-Tassoni, di Mariano Baino, Luca Barnabé, Sergio Stivaletti e del curatore Filippo Brunamonti.
Si replica Martedì 21 dicembre, ore 22, nello storico locale del quartiere San Lorenzo di Roma Beba Do Samba, con una presentazione a cui parteciperà Dario Argento, Claudio Simonetti e Alessandro D’Alatri.

Corto Dorico 2010 è organizzato dall’Associazione Nie Wiem; con il contributo di: Unione Europea, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema, Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Ancona; in collaborazione con: Fondazione Teatro delle Muse, Marche Film Commission, Mediateca delle Marche; con il sostegno di: Amatori, AnconAmbiente, Carifano, CGS – ACEC, Cooss Marche, Energy ressources; partner tecnici: Ass. Cult. Il Sogno di una Cosa – CoHabitat 2010, Conerobus, CTM Studio, Hotel Excelsior La Fonte, Urlo Mensile di Resistenza giovanile.

Stampa, converti e condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • MySpace
  • Diggita
  • oknotizie

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento