header photo
ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

La Mediateca al Salone Internazionale del Libro di Torino 2011

15 maggio 2011
17:00a19:00

banner_diretta web

La memoria, seme del futuro” è il tema dell’edizione 2011 del Salone internazionale del libro di Torino come proseguimento ideale di quello del 2010.

Non più la memoria rivelata e da riscoprire ma motivo conduttore che ripercorre le vicende unitarie nazionali e lancia nuove prospettive. In questo senso la Mediateca delle Marche nella sua attività istituzionale di ricerca, selezione e recupero del patrimonio audiovisivo regionale si pone in linea su un tema sempre più di attualità e che incrocia cultura e tecnologia: il futuro della memoria. Pertanto, da questa edizione, d’accordo con la Regione Marche, la Mediateca ha deciso di presentare uno spaccato delle edizioni multimediali regionali o di quelle produzioni, incluse le proprie, che ruotano sui temi del recupero, valorizzazione e promozione del patrimonio audiovisivo presente nel suo territorio.

tv nelle marche

Per quanto riguarda la promozione editoriale multimediale regionale, che si presenta in una fase nascente, tra le proposte pervenuteci e selezionate segnaliamo la presenza di alcune edizioni musicali relative a giovani musicisti e gruppi marchigiani emergenti che si muovono tra memoria e sperimentazione come Contradamerla, The Varnelli’s, Arancioni Meccanici, Drama emperor, Nevroshockingiochi.
Sempre in tema musicale e sul recupero della memoria è Fano Music Story scritto da Paolo Casisa, che racconta l’evoluzione della musica moderna suonata a Fano dal 1930 al 1980 attraverso 1200 fotografie inedite: la Musica Popolare, lo Swing, la Musica da ballo, il Rock and Roll, il Beat, l’Hard Rock, il Progressive, il Pop, la Disco Music, il Punk e la New Wave. Nelle 256 pagine del libro sono descritte le carriere dei musicisti protagonisti, con foto che punteggiano tutta la carriera sino ai giorni nostri. Inoltre sono presenti numerosi ricordi autobiografici dei musicisti che hanno commentato di loro pugno una parte appassionata della loro vita scandita dalla musica. Tra le numerosissime immagini anche quelle di molti grandi artisti che si sono esibiti a Fano: Mina, Little Tony, Tony Dallara, Patty Pravo, Al Bano, The Rokes ecc. Nei racconti autobiografici dei musicisti fanesi si possono riconoscere gli importanti cambiamenti sociali italiani come la Guerra, il Boom economico, il ’68, Il fenomeno Beat coi capelloni, l’avvento del Rock.

Montefiore dell’Aso – Museo e territorio” e “Sperduto” della SolSiFa audiovisivi sono due film diretti dall’antropologo, regista, artista visuale e fotografo Marco Cruciani in cui attraverso tecniche sperimentali vicini alla videoarte si narra la storia e l’anima che ha attraversato i paesaggi pittoreschi e le vedute mozzafiato della valle del fiume Aso.

Infine con un altro film prodotto dal Centro sperimentale di Design “Poliarte” di Ancona, unito al volume “Design, il modello formativo dorico” di Giordano Pierlorenzi, si ripercorrerà la storia del successo del design marchigiano e l’esperienza formativa di un istituto d’eccellenza nel panorama regionale e internazionale.

Proprio sul tema della memoria sono incentrate le proposte della Mediateca delle Marche editore che nell’ultimo anno cdstorysi sono caratterizzate rispetto alla sua mission istituzionale di recupero e valorizzazione del patrimonio storico audiovisivo regionale. Tra queste Corto Dorico Story (2004-2008), un libro con DvD in allegato che ripercorre la storia e i successi del festival per cortometraggi dorico.

La televisione nelle Marche: le origini” di Gianni Di Giuseppe edito con il contributo della Presidenza della Regione Marche e la collaborazione della RAI- sede Marche, è un volume che si ispira al fondo di 2500 fotografie ritrovate recentemente nella sede regionale Rai delle Marche che documentano l’attività dell’azienda negli anni 1954-1970 sul territorio regionale. Le fotografie contenute nella teca, le testimonianze dei protagonisti, i documenti aziendali e la cronaca dei quotidiani ha consentito all’autore di ricostruire in questo volume la storia della televisione nella regione attraverso i periodi fondamentali che l’hanno caratterizzata sin dalle origini.

Tre sono i film che segnano i prodotti multimediali promossi dalla Mediateca: “Mi ricordo Mario Giacomelli” di Lorenzo Cicconi Massi, prodotto dal Comune di Senigallia, Assessorato alla Cultura, in collaborazione col MusInf e dedicato alla figura del maestro fotografo senigalliese; Fuori campo” film di Matteo Antonini prodotto con il patrocinio dell’Unione Italiana Ciechi – Marche in cui ciechi e ipovedenti, residenti in provincia di Ancona, narrano le esperienze scaturite dal vivere il proprio handicap focalizzando l’attenzione sulla quotidianità delle relazioni, sulle interazioni con la società in cui vivono e “agiscono” attraverso il racconto dei propri sentimenti, dei valori, dei sogni, delle speranze e delle paure del proprio vivere; infine sarà presentata l’anteprima del Film DVD Amazzonia – Accesso Negato” del regista e antropologo marchigiano, Giorgio Cingolani prodotto in collaborazione con l’Associazione Culturale AID e in Partnership con Università di Macerata, documentario incentrato sulla vita e sulla condizione delle ultime popolazioni amazzoniche.
Incartolina-miricordomgiacomellifine, tra le edizioni promosse e distribuite dalla Mediateca in collaborazione con il Musinf di Senigallia verranno presentati una serie di testi che ripercorrono la prestigiosa e intensa attività degli ultimi tempi dedicata all’arte fotografica presente nel territorio tra i quali: Senigallia città fotografia (dvd + catalogo generale) e Ara Guler – Catalogo della Mostra, entrambi distribuiti e promossi dalla Mediateca delle Marche; inoltre verranno presentati dal Musinf e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia i seguenti titoli: Catalogo della mostra di Joel Stein; Catalogo della mostra di Antonio D’Agostino, sugli artisti del movimento Fluxus; Portfolio “Sulle tracce di Giacomelli: Scanno”. Venti immagini di Scanno scattate dagli allievi del Corso di Fotogiornalismo del Musinf; Portfolio “Stampa Van Dike, laboratorio”: cinque fotografie realizzate nel laboratorio didattico del Musinf, dedicato alla Contessa di Castiglione nel 150.mo dell’Unità d’Italia; Portfolio di Giorgio Pegoli “La pesca con la sciabica”, cinquanta fotografie che documentano la tradizione marinara della costa senigalliese; Portfolio di Renzo Tortelli “Scanno”, cinque immagini del paese abruzzese; Portfolio di Alfonso Napolitano “In Teatro di Polverigi”; Portfolio “Venezia”: Fotografie di Patrizia Lo Conte, Marco Mandolini, Stefano Bascone, Alberto Polonara; Portfolio “I serpari”, fotografie sulla tradizionale festa di Cucullo di Nevio Arcangeli; Portfolio “Io Mandolini”, cinque autoritratti di Marco Mandolini; Portfolio”Ritratti di Mario”, fotografie di Giorgio Pegoli; Portfolio “Io e Giacomelli”, cinque immagini del maestro di Paolo Mengucci.

In conclusione ci sentiamo di poter affermare come l’occasione del “Salone Internazionale del Libro di Torino 2011″, attribuisca alla Mediateca delle Marche un ruolo sempre più importante e significativo nello scenario editoriale e promozionale della Regione. Nel contempo testimonia come nel corso di questi ultimi anni la Mediateca si sia distinta sia sul lato delle numerose attività che su quello della qualità della propria produzione di interesse pubblico. In questo senso la proficua e costante collaborazione con la Regione Marche ci consente di poter contare su un sempre crescente interesse nei nostri confronti che anche nella sede di Torino, siamo sicuri, riusciremo a rendere importante ed in linea con le aspettative degli Enti e soprattutto del pubblico che visiterà lo stand della nostra regione.

Stampa, converti e condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • MySpace
  • Diggita
  • oknotizie

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento