header photo
ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Il Premio Città di Staffolo 2011 a Roberto Stelluti

23 luglio 2011
18:30a20:30

3aFervono i preparativi per l’undicesima edizione del Premio Città di Staffolo.
Il Premio, organizzato dal Comune di Staffolo, in collaborazione con l’Associazione SJArt, è stato assegnato, quest’anno, all’artista fabrianese Roberto Stelluti, le cui incisioni e disegni saranno esposti nella mostra antologica “Horror Vacui” che si inaugurerà, come da tradizione, il giorno della cerimonia di premiazione, il 23 luglio prossimo, alle ore 18.30 presso la Collegiata di S. Francesco.
Il programma prevede la tavola rotonda alla presenza dell’artista e delle autorità seguita dalla cerimonia di consegna del premio da parte del Sindaco di Staffolo e dalla preview della mostra per tutti gli intervenuti.
Dopo Enzo Cucchi, Valeria Moriconi, Walter Piacesi, Marco Poeta, Walter Valentini, Arnaldo Pomodoro, Oscar Piattella, Eliseo Mattiacci, Mario Sasso e, lo scorso anno, Maurizio Galimberti, il 2011 vede quindi ricadere la scelta della Commissione del Premio, presieduta dal Dott. Domenico Rosetti, su uno dei più grandi incisori marchigiani contemporanei.
Nato a Fabriano nel 1951, Roberto Stelluti, autodidatta, si dedica all’incisione fin da ragazzo. Ha frequentato i Corsi Internazionali di Tecniche dell’Incisione presso l’Istituto di Belle Arti di Urbino sotto la guida di Walter Piacesi, le gallerie d’arte romane e lo studio di Renato Guttuso.
Dal 1970 ha partecipato alle più importanti rassegne nazionali di grafica tra cui il Premio Internazionale Biella per l’Incisione e la Biennale per l’Incisione di Acqui Terme. Il Gabinetto di Stampe e Disegni degli Uffizi ha recentemente acquisito alcune sue incisioni. Della sua opera hanno scritto, tra gli altri, penne del calibro di Leonardo Sciascia, Federico Zeri, cui lo legavano grande stima e un’amicizia di lungo corso, Enrico Cispolti e Fabrizio Clerici. Tra le personali dell’artista sono da ricordare quella del 1986 alla Pinacoteca Comunale di Macerata, nel 1989 espone alla galleria “Don Chisciotte” di Roma e nel 1992 alla galleria “L’Incontro” di Ancona, del 2003 è l’esposizione alla Galleria d’Arte “Trentasette”di Palermo e nel 2010 la grande antologica al Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano.
Staffolo continua così ad essere un punto di riferimento importante del territorio per la cultura, proponendo sempre grandi artisti di valenza nazionale ed internazionale, che hanno dato lustro, con il proprio operato, alle Marche.
La mostra “Horror Vacui” resterà aperta al pubblico fino al 31 agosto con il seguente orario: dal mercoledì alla domenica con orario 17.00 – 20.00.

di Nicoletta Rosetti

Stampa, converti e condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Technorati
  • Twitter
  • Wikio IT
  • MySpace
  • Diggita
  • oknotizie

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento